Lavorare in Olanda – Gema

Oggi incontriamo Gema, una giovane donna che ha lasciato la sua città natale, Madrid, per vivere quella che fino ad oggi è diventata una delle migliori esperienze della sua vita.

Il suo nome è Gema. Nata nel quartiere madrileno di Argüelles, decise di intraprendere una nuova avventura lo scorso 10 gennaio. Con due valigie e uno zaino sulle spalle, partiva dall’aeroporto di Madrid-Barajas. Destinazione: Paesi Bassi. Paura, sì. Sentiva paura, incertezza. Non era sicura di cosa avrebbe trovato, ma aveva un sacco di desiderio. Il fatto di iniziare uno stage e quindi vivere una nuova esperienza, rese l’arrivederci con la sua città natale più sopportabile. E dico arrivederci perché per ora è felice, si sente a suo agio, e non pensa ritornare in suolo spagnolo.

La parola che ripete di più quando gli si domanda di quest’avventura è “sto benissimo” ed, a volte, aggiunge quel “mazo bien”, tipico tormentone del madrileno. Trentaquattro anni che gli hanno permesso di scoprire il mondo attraverso il multiculturalismo che emana il paese olandese. Amici. Rumeni, polacchi, africani e, naturalmente, anche spagnoli, infatti cuanta ragione aveva la persona che disse che gli spagnoli sono ovunque, come la sua coinquilina, una donna di Malaga che decise di intraprendere la sua stessa avventura, con la quale condivide una piccola casa con una camera con due letti, un bagno e una cucina.

Sebbene non avesse mai lavorato come operatrice logistica in un magazzino, il suo ambiente l’ha fatta sentire a suo agio, acquistando pieno controllo del suo lavoro in pochissimo tempo. Uno stipendio alto e la sicurezza e tranquillità del luogo in cui si trova, sono alcuni dei fattori che spiccano. Le sembra persino qualcosa di nuovo camminare per strada da sola nelle prime ore del mattino e sentirsi sicura al 100%. Certo, non possono mancare le crocchette e le lenticchie di sua madre, e i raggi di sole sul suo viso. Perché i Paesi Bassi saranno un luogo da sogno, ma non c’è niente come il clima ed il cibo mediterraneo.

Naturalmente, la sua vita non consiste in ore e ore di lavoro. Durante i suoi giorni liberi, gli piace andare in bicicletta, scoprire nuovi posti, rimanere aggrovigliata tra le lenzuola per qualche ora, e, nelle giornate nuvolose, è un fan di Netflix e dei pomeriggi con coperta. L’inglese sta cominciando a smettere di essere un problema nella sua vita. Con l’aiuto della sua nuova famiglia, quella che ha creato lì, e della sua motivazione, hanno reso oggi non un handicap, ma tutt’altro. L’olandese non è il suo punto forte ma conosce e controlla le parole chiave.

Questa è Gema. Questa è la sua storia. Quella che è iniziata nei Paesi Bassi. Non ho avuto il piacere di conoscerla personalmente ma ho avuto modo di parlare con lei al telefono. Una ragazza divertente che ride e si diverte anche con i piccoli dettagli. Una ragazza coraggiosa che un giorno ha deciso di cambiare rotta ed iniziare a creare un percorso, la sua nuova vita.

 

Recommended Posts